ilcastelloerrante

Tracce di scrittura per prof a corto di idee!

La descrizione soggettiva 10/01/2011

Archiviato in: Testo descrittivo — ilcastelloerrante @ 19:00
Tags: , , ,

Come tutte le buone grammatiche ci insegnano, il testo descrittivo può essere di due tipi: oggettivo o soggettivo. La descrizione oggettiva è di tipo scientifico, impersonale: si adatta bene, ad esempio, ad un rivista naturalistica o ad una enciclopedia. La descrizione soggettiva invece coinvolge il punto di vista dell’autore e le sensazioni che intende veicolarci… magari con la sua descrizione vuole farci paura, oppure ci vuole comunicare un senso di pace e serenità.

Uno splendido esempio di descrizione soggettiva possiamo trovarlo in Pinocchio di Carlo Collodi, precisamente nelle pagine dedicate a Mangiafuoco:

Allora uscì fuori il burattinaio [Mangiafuoco], un omone così brutto, che metteva paura soltanto a guardarlo. Aveva una barbaccia nera come uno scarabocchio d’inchiostro, e tanto lunga che gli scendeva dal mento fino a terra: basta dire che, quando camminava, se la pestava coi piedi. La sua bocca era larga come un forno, i suoi occhi parevano due lanterne di vetro rosso, col lume acceso di dietro, e con le mani faceva schioccare una grossa frusta, fatta di serpenti e di code di volpe attorcigliate insieme. All’apparizione inaspettata del burattinaio, ammutolirono tutti: nessuno fiatò più. Si sarebbe sentito volare una mosca. Quei poveri burattini, maschi e femmine, tremavano tutti come tante foglie.

Cerchiamo insieme ai ragazzi gli elementi che caratterizzano questa descrizione:

  • uso di nomi alterati (accrescitivi e dispregiativi): omone, barbaccia…;
  • abbondanza di aggettivi qualificativi: brutto; nera; lunga; larga; rosso; grossa; attorcigliate; inaspettata;
  • uso di paragoni e di espressioni figurate: così brutto che metteva paura soltanto a guardarlo; …nera come uno scarabocchio; tanto lunga che gli scendeva…; bocca larga come un forno; occhi parevano due lanterne…; tremavano come foglie.
  • uso di parole onomatopeiche: schioccare;
  • uso di espressioni che appartengono al campo semantico della paura: ammutolire, fiatare, tremare.

Analizzato il testo, possiamo proporre ai ragazzi varie attività:

  1. Trasforma il brano appena letto in una descrizione oggettiva (Il burattinaio era un uomo alto 1.90 con una barba di 72 cm…)
  2. Descrivi in modo soggettivo un altro personaggio a tua scelta del libro di Pinocchio (Il grillo parlante, Geppetto, il gatto o la volpe…)
About these ads
 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.